Vivere bene l'autunno

Vivere bene l’autunno

L’autunno è una stagione che a me piace moltissimo, ma non è sempre stato così. Fino ad alcuni anni fa mi sentivo un po’ triste alla fine dell’estate, quando le giornate iniziano visibilmente ad accorciarsi.

Ora invece amo sempre di più questo periodo di preparazione all’inverno, che sarà il momento del riposo, della calma, dell’introspezione, della riconnessione a se stessi. I colori e i profumi della natura cambiano e un velo di nostalgia aleggia nell’aria, nonostante ci siano ancora tante giornate calde e soleggiate. È un tempo ideale per riordinare e pulire – la casa, il giardino, ma anche il corpo – in vista dei giorni più corti e più freddi che seguiranno.

Cosa puoi fare per rendere questo momento di transizione il più piacevole e proficuo possibile? Quelli che seguono sono consigli semplici, generali, che andrebbero adattati caso per caso. Essendo gli uni diversi dagli altri, non esiste un protocollo che vada bene per tutti, la personalizzazione è fondamentale.

 

Ecco qualche idea che forse potrà essere d’ispirazione per te.

 

  • Fare una cura disintossicante permette di purificare l’organismo, stimola il sistema linfatico e facilita l’espulsione dei residui accumulati. La frequenza e la modalità dipenderanno da persona a persona. Si può fare una sola volta per alcuni giorni oppure un giorno a settimana per alcune settimane o per un solo pasto per alcuni giorni di seguito.

 

  • Evita le bevande fredde e preferisci le tisane, soprattutto quelle depurative per i reni e per l’intestino. Una buona eliminazione è la prima, necessaria condizione per godere di buona salute e avere tanta energia. Prima di preoccuparti di ciò che metti dentro dovresti porre l’attenzione su ciò che esce. Inizia la giornata con una grande tazza di acqua calda per favorire il processo eliminativo già iniziato durante la notte.

 

  • Fai dei pasti leggeri, ricchi di vegetali, approfittando dell’abbondante varietà di frutta e verdura coloratissime che la natura ci offre in questa stagione. I colori dell’autunno – giallo, rosso, arancio – dovrebbero avere la loro bella parte ad ogni pasto. Consumate crude, per chi ha una forza digestiva molto forte e una costituzione calda, oppure cotte dolcemente, apportano un bel carico di vitamine, oligoelementi, enzimi, ormoni, macronutrienti, tutto nelle giuste proporzioni.

 

  • Sei ancora in tempo per preparare frutta essiccata (al sole nelle ore più calde della giornata o in appositi essiccatori), composte (senza zucchero aggiunto o con poco zucchero di canna integrale) per l’inverno: mele, pere, mele cotogne, castagne, zucche, uva, giuggiole… e tra poco arriveranno i meravigliosi kaki! Non c’è la stessa abbondanza che si ha in estate, ma non manca la varietà. Tra l’altro si possono anche speziare leggermente con zenzero, cannella, cardamomo, noce moscata, vaniglia, a seconda dei gusti. Alcune di queste spezie, come la cannella, hanno un forte potere antibatterico e stimolano il sistema immunitario.

 

  • Sistema casa, ordina, dona ciò che non serve più. È un gesto utile dal punto di vista pratico, per fare spazio, che non guasta mai, ma ha anche un grande valore simbolico. Aiuta a sentirsi più puliti dentro se stessi, a fare chiarezza nelle proprie idee.

 

  • Cerca di ricavare un piccolo spazio di tempo nella tua giornata per camminare nella natura, in campagna, nei boschi, in montagna, ovunque purché sia lontano dal caos e dal rumore, approfittando delle ore più calde soprattutto nelle giornate soleggiate. Osserva i colori, gli alberi, gli uccelli, ascolta i rumori della natura e riempi il tuo cuore e ogni cellula del tuo corpo di tutto ciò: serve a fare il pieno di energia per il periodo che seguirà, in cui probabilmente avrai meno voglia di restare all’aperto e ti attirerà di più stare davanti al crepitio di un bel caminetto acceso. Tra i tanti pregi che possiede, la luce solare stimola la secrezione di serotonina, un neurotrasmettitore che permette di vivere più serenamente uno stato di maggiore vulnerabilità emotiva che spesso si manifesta in questa stagione. A questo proposito puoi anche consumare alcuni alimenti ricchi di triptofano, un precursore della serotonina presente, per esempio, nelle uova, nelle noci, nelle banane e in alcuni formaggi.

 

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti.

 

Le fai già (alcune di) queste cose? Aggiungeresti qualcosa?

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi subito in regalo l’ebook Gusto e salute a tavola: idee, astuzie e ricette.



Simona Grossi

info@simonagrossi.it

Sono Simona, biologa nutrizionista e naturopata. Ti aiuto a ritrovare forza ed energia attraverso un’alimentazione corretta, svolgere un’attività fisica adeguata e a trovare momenti di rilassamento, piacere e lentezza.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.