Ripieno vegetariano per qualsiasi cosa

Ripieno vegetariano per qualsiasi cosa

Dato che Natale è ormai passato ma siamo ancora in clima di festa, ti voglio presentare un ripieno vegetariano che ho scoperto qualche anno fa sfogliando il blog di una brillante e generosa ragazza francese che vive in un modo tutto suo.

L’ho provato, mi è piaciuto ed è entrato a far parte delle (poche) tradizioni natalizie che ancora mantengo. Oltre ad essere buono è anche molto versatile. È nato per farcire… qualsiasi cosa: verdure, uova, carne o tutto quello che ti viene in mente. Non contiene né latte né uova, quindi è adatto anche a chi ha problemi di intolleranza a questi alimenti. L’ho cucinato anche in versione senza glutine e il risultato è ottimo. Nonostante la lunga lista di “senza” è squisitissimo e non ha nulla da invidiare alla classica versione a base di carne, uova e formaggio. È solo più leggero e più digeribile.

 

Se non vuoi usarlo come ripieno puoi proporlo semplicemente come contorno, farne un polpettone da tagliare a fette, ricavare delle polpette o riempire stampini monodose di varie forme e dimensioni. Per renderlo ancora più appetitoso puoi sistemare il composto in una pirofila cosparsa di olio e farlo gratinare in forno per 15-20 minuti. È un piatto allegro, confortante e festivo che può accontentare tutti i palati senza incidere troppo sulle calorie e sulla linea.

 

Tra l’altro, castagne e marroni sono frutti naturalmente privi di glutine e hanno un alto potere saziante per il loro contenuto di amidi e proteine. Sono quindi un ottimo sostituto di pane, pasta e cereali, rispetto ai quali sono molto più digeribili. Prima che prendesse piede la coltivazione intensiva dei cereali hanno costituito l’alimento base per sfamare intere popolazioni di montagna.

 

Ingredienti

  • 400 grammi di marroni precotti
  • 200 grammi di mollica di pane (eventualmente senza glutine)
  • 150 ml di latte di riso o altro latte vegetale
  • 4 grossi scalogni
  • 8 foglie di alloro
  • 11 prugne secche
  • 60 ml di Porto o un altro vino liquoroso
  • 1 cucchiaio di timo
  • sale marino integrale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

 

Reidratare le prugne in acqua pura per alcune ore. Scolarle, snocciolarle e tenerle da parte.

 

In un recipiente capiente, ammorbidire la mollica di pane con il latte di riso.

 

Rosolare gli scalogni tagliati a fettine sottili in una padella unta con un filo di olio. Aggiungere le foglie di alloro e continuare la cottura per alcuni minuti.

 

A parte, sbriciolare i marroni a pezzetti e versarli nella ciotola con la mollica di pane ammorbidita. Unire il timo, lo scalogno con l’alloro, il Porto e le prugne snocciolate e tagliate a pezzetti. Naturalmente si può sostituire il Porto con un altro vino liquoroso di origine italiana.

 

Mescolare a lungo con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un impasto piuttosto omogeneo. A questo punto non resta che dare sfogo alla fantasia per utilizzare il ripieno. Per gratinarlo basta passarlo in forno per 15-20 minuti a 160°C.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi subito in regalo l’ebook Gusto e salute a tavola: idee, astuzie e ricette.



Simona Grossi

info@simonagrossi.it

Sono Simona, biologa nutrizionista e naturopata. Ti aiuto a ritrovare forza ed energia attraverso un’alimentazione corretta, svolgere un’attività fisica adeguata e a trovare momenti di rilassamento, piacere e lentezza.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.