La straordinaria plasticità del nostro cervello

La straordinaria plasticità del nostro cervello

Reduce da un corso sul sistema nervoso che ho tenuto in una scuola di naturopatia lo scorso weekend, ho riascoltato con piacere un video che narra l’esperienza vissuta in prima persona da Jill Bolte Taylor, neuroanatomista di professione colpita anni fa da un grave ictus cerebrale.

 

Con grande sofferenza, tenacia e lavoro riuscì a recuperare tutte le sue facoltà fisiche e mentali, scoprendosi lungo il doloroso e illuminante percorso una persona più completa, arricchita da nuove consapevolezze sul piano emotivo e spirituale. Un esempio della straordinaria plasticità neuronale del nostro cervello e una testimonianza diretta che siamo molto più di ciò che crediamo di essere.

 

Descrisse poi la sua straordinaria esperienza in un libro, My stroke of insight, che divenne famoso e fu tradotto in diverse lingue. Lo lessi anni fa, su consiglio del dott. Brian Weiss, durante una formazione con lui in ipnosi regressiva. Mi aiutò a capire tante cose della malattia che precedentemente aveva colpito i miei genitori. Avrei voluto incontrarlo prima quel libro, ma forse prima non era ancora il momento giusto.

 

Continuo ad aprirlo ogni tanto e a rileggerne delle parti, perché è un incoraggiamento straordinario per chiunque a cercare dentro di sé la pace e un senso profondo di unità con tutto ciò che esiste, ma soprattutto con se stessi, con tutte le nostre parti, anche quelle ferite, anche quelle che non ci piacciono e facciamo fatica ad accettare.

 

Plasticità neuronale significa che possiamo creare continuamente e a qualsiasi età nuove connessioni tra le cellule cerebrali, nuove sinapsi. Sono il frutto di ciò che sperimentiamo, apprendiamo, delle emozioni che sentiamo, di tutto quello che riguarda la nostra quotidianità in senso ampio. Non un organo statico e immutabile dunque il cervello, ma in continuo divenire. Noi siamo i forgiatori e le nostre scelte, anche e soprattutto quelle che riguardano il nostro stile di vita, influenzano continuamente il funzionamento delle cellule nervose e la trasmissione delle informazioni che ricevono, elaborano e inviano. E possiamo scegliere, momento per momento, chi e come vogliamo essere nel mondo.

 

“Chi siamo? Siamo la potenza della forza vitale dell’universo, dotati di destrezza manuale e di due menti cognitive. E abbiamo il potere di scegliere, momento per momento, chi e come vogliamo essere nel mondo. Proprio qui, proprio ora, posso entrare nella coscienza del mio emisfero destro, dove siamo. Io sono la potenza della forza vitale dell’universo. Io sono la potenza della forza vitale dei 50 trilioni di bellissimi geni molecolari che compongono la mia persona, in sintonia con tutto il resto. Posso scegliere di entrare nella consapevolezza del mio emisfero sinistro, dove divento un singolo individuo, un solido, separata dal flusso, separata da voi. Io sono la dott.ssa Jill Bolte Taylor, intellettuale, neuroanatomista. Questi sono i “noi” dentro di me. Quale scegliereste? Quale scegliete? E quando?”

 

Video della dott.ssa Jill Bolte Taylor: My stroke of insight

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi subito in regalo l’ebook Gusto e salute a tavola: idee, astuzie e ricette.



Simona Grossi

info@simonagrossi.it

Sono Simona, biologa nutrizionista e naturopata. Ti aiuto a ritrovare forza ed energia attraverso un’alimentazione corretta, svolgere un’attività fisica adeguata e a trovare momenti di rilassamento, piacere e lentezza.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.